Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_lione

Celebrazioni per la Festa della Repubblica

Data:

09/06/2017


Celebrazioni per la Festa della Repubblica

Nella splendida cornice dei saloni dell'hotel de ville di Lione, gentilmente messo a disposizione dalla mairie per il secondo anno consecutivo, si sono tenute giovedì 1 giugno le celebrazioni per il 71° anniversario della festa della repubblica. Oltre 400 persone hanno gremito il salone principale, dove la rappresentante del sindaco, presidente della metropoli e ministro dell'interno Collomb, sig.ra Frih (di origini italiane, vice-sindaco per il turismo) ha tenuto un apprezzato discorso sull'importanza e la ricchezza delle relazioni della città di Lione con l’Italia, che risalgono a molti secoli fa. Nel mio intervento ho sottolineato l'impegno che attende l’Italia e la Francia nel rilancio dell’Europa, alla luce della Brexit, degli appuntamenti elettorali europei di quest'anno e dell'anno prossimo e della necessità di addivenire ad una Unione Europea più democratica, meno tecnocratica, più vicina ai popoli, più giusta ed equa, che sappia creare opportunità di lavoro e di crescita, coniugandole ad una maggiore equità sociale. Dopo l'esecuzione degli inni nazionali, la soprano Alketa Cela (francese di origine albanese, e grande amante del nostro paese) ha dato vita ad un applauditissimo concerto di arie d'opera italiane e di canzoni tradizionali napoletane. Hanno partecipato, oltre alle autorità francesi, numerosissimi consoli generali ed onorari, rappresentanti della collettività italiana dalle varie città della circoscrizione di questo consolato generale (presidenti e membri Comites, esponenti di associazioni e patronati), funzionari delle due organizzazioni internazionali con sede a Lione (Interpol e IARC) e dell'ESRF di Grenoble (dg Francesco Sette), professori delle scuole in cui si insegna l'italiano e lettori universitari, i presidenti delle Dante Alighieri di Lione e Chambery e dell'ente gestore API di Chambery. Il ricevimento, apprezzatissimo dagli invitati, è stato in parte sponsorizzato dalla ditta Zini (il cui risotto cucinato sul posto ha avuto un successo clamoroso) e dalla ditta Ottanta (www.ottanta.fr), giovani imprenditori italiani stabilitisi a Parigi per la produzione di mozzarelle, che sono stati intervistati da Euronews su Facebook come esempio di imprenditorialità italiana all'estero. Il prof. Paolo Barichella, che già era intervenuto con una conferenza sul design nella cucina al prestigioso club Lyinc in occasione della Settimana della Cucina nell'autunno 2016, ha coordinato l'offerta culinaria.

 

Il Console Generale

Alberto Bertoni   


446