Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_lione

Sanitaria

 

Sanitaria

Assistenza Sanitaria

I cittadini italiani stabilmente residenti in Francia beneficiano - di norma - del regime di sicurezza sociale francese, attraverso l’iscrizione alla Caisse Primaire d’Assurance Maladie (Sécurité Sociale) del Comune francese di residenza. Informazioni generali sulle modalità d'affiliazione alla « Securité Sociale » e sul regime assicurativo possono essere acquisite sui siti: www.ameli.fr e www.cleiss.fr.

Ai cittadini non residenti o temporaneamente residenti l’assistenza sanitaria può essere erogata in virtù dell’applicazione della normativa comunitaria in materia (Reg.1408/71 e Reg. 574/72).
In questo caso, le A.S.L. (Aziende Sanitarie Locali) italiane rilasciano – in funzione della situazione personale e/o lavorativa di ciascun assistito – uno dei numerosi modelli previsti dai regolamenti comunitari sopra citati.
Ad esempio:
• Mod. E112 trasferimento all’estero per motivi sanitari;
• Mod. E106 distacco professionale;
• Mod. E121 trasferimento di residenza all’estero di titolare
  di pensione; (sono escluse le pensioni d'invalidità civile o di guerra)
• o la “tessera europea d'assicurazione malattia” che ha sostituito i
  modelli E111, E128, E110 ed E119 (per le sole prestazioni in natura).
 
Attenzione: i modelli convenzionali e la tessera europea d'assicurazione malattia consentono ai cittadini italiani di beneficiare delle prestazioni sanitarie previste dalla legislazione di sicurezza sociale vigente nel paese estero in cui si recano.
In Francia – come in altri Paesi dell’U.E. - la normativa in questione prevede la partecipazione dell’assicurato alla spesa sanitaria.

Questo Consolato Generale assicura inoltre gli adempimenti previsti dalla normativa relativa all’assistenza sanitaria al personale navigante marittimo e dell’aviazione civile (DPR 620/80), nonché quelli previsti dal D.M. Sanità del 3.11.89 (Criteri per la fruizione di prestazioni assistenziali in forma indiretta presso centri di altissima specializzazione all’estero).

20